«

»

Osservando i passanti

PassantiCapita solo a me di osservare molto attentamente i passanti? Non parlo di quei momenti in cui si sta seduti a una panchina del parco a godersi il fresco, parlo in generale. A me piace guardare tutti coloro in fila alla posta, dal dottore, in banca. Mi piace immaginare quello che fanno nella vita, come si comportano e cosa vorrebbero poter fare.

Sono, durante la stesura del post, seduta alla posta. La posta della mia città sa talmente tanto bene di avere dei tempi di attesa biblici da aver messo un hotspot wifi gratuito al quale tutti si possono connettere: approfitto di questi tempi morti per sfruttare il tablet e scrivere del più e del meno, un flusso di coscienza spontaneo e naturale.

Davanti a me c’è un signore molto ben vestito, che sta guardando il suo telefono continuamente, probabilmente è in attesa di una telefonata, di una mail o di un messaggio particolarmente importante. Continua a ripetere sempre le stesse azioni: guarda il numerino, guarda il tabellone con il tocca al numero X, guarda il cellulare e sbuffa. Sempre, da almeno un quarto d’ora. Me lo immagino rappresentante di qualcosa, di spazzole per capelli o poltrone da ufficio, non so perché.

Di fianco a lui si trova una donna sui quarant’anni, vestita con una tuta molto larga e coi capelli raccolti con una pinza. Sbuffa, anche lei guarda il numerino che tiene in mano e poi il tabellone, ma con meno frequenza del suo vicino di poltrona. Una signora anziana le ha chiesto cosa doveva fare per prendere il numero e lei, molto gentilmente, si è alzata per aiutarla, chiedendole cosa doveva fare e di cosa avesse bisogno.

La signora anziana è di un tenero disarmante, la classica dolce nonnina tenera, di quelle che preparano un sugo della domenica da favola e che per ogni Natale o compleanno, regalano ai propri nipoti una banconota da 50 euro perfettamente stirata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>