«

»

L’asse maledetta

Ieri stavo stirando, e già, messa così, sembra l’introduzione di un film horror, ne sono perfettamente consapevole. Ma purtroppo bisogna farlo, e ieri sera in TV davano la mia serie preferita, così ho aperto l’asse da stiro, ho preso la pila inferocita di abiti da dover stirare e mi sono piazzata di fronte allo schermo con telecomando a portata di mano e acqua distillata.

Ho un ferro da stiro con caldaia che mi ha regalato mio marito 3 anni fa, dietro mia richiesta, è un gioiellino per me perché mi fa stirare in fretta, non pesa in maniera eccessiva, insomma, è quello che mi serve. Insomma, ero intenzionata ad annientare una maledettissima pieghettina sulla mia camicetta preferita quando sento un “clack” un po’ troppo sospetto. Ripongo il ferro e provo a sistemare l’asse, probabilmente stavo facendo troppa forza e si erano spostate un po’ le gambe.

Riprendo il ferro, riparto a stirare e l’asse si spezza, letteralmente, in due, facendo cascare a terra il ferro con caldaia, che con il peso si era scollegata dalla corrente, e anche la camicetta. Disastro, panico, imprecazioni. Ero sola in casa, sono rimasta un minuto ferma a guardare a terra e sono scoppiata a ridere: era una situazione tragicomica livello estremo, non pensavo potesse succedere da nessun’altra parte se non nei film più comici e trash di serie B. Immediatamente ho provato a tirare su tutto per vedere se almeno la camicetta fosse salvabile, e in effetti era così: almeno lei era ancora integra, sana e salva.

Morale della favola: ferro da stiro rotto (non funziona più se lo collego alla presa) e asse da stiro spezzata in due. Ora sono qui su un sito a guardare di ricomprare entrambi, clicca qui e clicca là ho trovato cose che mi potevano sembrare adatte, ma ovviamente ho la Postepay vuota e non posso comprare nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>