«

»

Il vicino e il sabato

Se Homer Simpson odia Ned Flanders – tanto da dedicargli la canzone Tutti odiano Ned Flanders – io odio il mio vicino, ma purtroppo non ho le abilità musicali per dedicargli una mia canzone. È una persona terribile, scorbutica, neppure ti saluta quando lo incrocio per le scale o in giardino, ma coglie sempre l’occasione per guardarti storto, come a dire ehi, ti tengo d’occhio.

Il suo tono di voce è fissato, continuamente, su urla, perché anche se deve chiedere alla moglie di passargli l’acqua, lo fa gridando. Penso sia un’abitudine che ormai non si toglierà mai e se quella povera donna lo sopporta da non so quanto tempo, o è sorda oppure per lei ormai è normale. Il problema è quando urla mentre sono in casa.

Ci fosse un sabato mattina in cui posso rilassarmi, tra urla continue e qualsiasi altro tipo di rumore fastidioso, è una tragedia. Sabato scorso ha deciso di tirare fuori un trapano elettrico, penso, e di sbizzarrirsi a creare buchi per tutta la casa; mi sono svegliato, sono andato a fare colazione al piano di sotto e lui è andato al suo piano di sotto per bucherellare qualcosa. Sono andato in bagno e lui ha trovato il modo di venirmi quasi dietro, andando a bucherellare qualcos’altro nella sua stanza adiacente alla mia.

Quando non trapana martella, e lo fa tutti i sabati. Non dico che non possa farlo o che non debba farlo, ma è possibile che ogni sabato mattina, alle 8, deve fare chiasso in qualche modo? Non ho neanche provato a dirgli nulla, dato che è libero di farlo e non infrange nessuna legge (se non quella del buonsenso), soprattutto immagino che o mi risponderebbe con un grugnito o non mi risponderebbe affatto.

Ogni sabato mattina mi sveglio pensando alla pace che un monaco buddista deve provare, nel nulla più assoluto tra la natura e gli animali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>